TUTTOMONTAGNA, mensile di informazione di appennino e dintorni

TUTTOMONTAGNA

SOMMARIO
n. 220 Marzo/Aprile 2017

 

 

cerca»

 

Tuttomontagna n. 131 di Maggio 2007

TUTTOMONTAGNA n. 220 di Marzo/Aprile 2017E' ricchissimo di argomenti il nuovo numero di Tuttomontagna, 84 pagine delle quali tante a colori. In copertina la felice notizia riassunta da una foto di Simona Bocedi con due neo genitori: l'arrivo di Giovanni Shasa a Fontanino di Saccaggio, nel Carpinetano, il primo nato dopo ben 30 anni.
Una nascita anche in apertura, ma questa volta si tratta di una puledra, Nives, la prima purosangue murgese venuta alla luce in Appennino, per la precisione a Febbio.
Lo speciale primavera ci fa scoprire la professione di Silvia Ghirelli, paesaggista fra le più apprezzate d'Italia, ma anche le 150 varietà, fra le quali molte sono antiche, del roseto di Corrado Zanni a Montecastagneto.
Di.Co. e famiglia sono al centro del sondaggio fra i giovani, che dicono la loro anche su un tema altrettanto dibattuto come quello dell'alcol e delle stragi del sabato sera. Due reportage da terre lontane e fra gente bisognosa in compagnia di due religiosi già missionari per vent'anni: il viaggio in Brasile di Gabriella e Sandro in compagnia di don Pier Luigi Ghirelli e quello in Uganda di un gruppo di volontari vianesi guidati da padre Marco Canovi.
Bello, toccante e davvero speciale il saluto di Gloria Zambonini - che lascia il lavoro - ai "suoi" ragazzi dei centri diurni montani.
Il capitolo artisti mette in vetrina tra gli altri la soprano Loredana Bigi e scopre la recente fatica di Fabio Cattoni e Roberto Mercati, autori di un brano - "Io voglio stare qui" - che ha riscosso un notevole successo radiofonico.
Come ormai tradizione del mensile dell'Appennino reggiano, il numero primaverile riserva uno spazio consistente alla Resistenza, capitolo in cui troviamo l'intervista parallela ai presidenti di Anpi e Alpi-Apc, Giacomo Notari e Danilo Morini, la biografia e il racconto di Giuseppe Ferrari (il partigiano "Achille") e la riproposizione di un articolo pubblicato nel settembre 1945 da La Nuova Penna e intitolato "Gente di montagna".
Infine lo sport, con le prime anticipazioni sulla 56ª edizione del Torneo della Montagna: la notizia più clamorosa è il ritorno del Ligonchio dopo un'assenza durata vent'anni.

 

 

Sommario



La scuola e la banda: e giù applausi


Giovanni Shasa, 30 anni dopo
In classe si progetta Vetto


Irene, dalle Olimpiadi a Kataklò


Notari-Morini, confronto sulla Resistenza
Gente di montagna

 

 

web_partner www.lafotolito.eu