TUTTOMONTAGNA, mensile di informazione di appennino e dintorni

TUTTOMONTAGNA

SOMMARIO
n. 220 Marzo/Aprile 2017

»

 

 

cerca»

 

Detto tra noi...

Gli editoriali di Tuttomontagna

 

Il fattore ”Q”

Numero editoriale: 122

 

di Giuseppe Delfini

Dura la vita per chi non adotta uno stile allineato e coperto. Gli originali del pensiero quasi mai vengono apprezzati, e chi canta fuori dal coro raramente riceve applausi. Magari la gente semplice approva, applaude. Qualcuno, almeno. “Finalmente c’è chi ha il coraggio di dire quello che pensa”, dice godendoci tra sé e sé e quattro amici al bar. Ma gli altri, quelli che per scelta del destino o  libere elezioni albergano sopra di noi e ci governano, ben che vada fanno finta di nulla (quantomeno a prima vista), altrimenti impallinano, metaforicamente parlando, a volo appena spiccato. E’ sempre andata così. L’abitudine però che speravamo relegata in soffitta, a disposizione semmai per occasioni davvero serie, dove le parole e il dialogo non scuotono più, è quella della querela, o della minaccia di essa, verso chi non è in feeling col pensiero dominante. E’ invece accaduto recentemente per due volte in montagna. Il primo episodio riguarda il Comune di Castelnovo, precisamente l’ufficio tecnico. Che nell’organizzazione del settore edilizia e urbanistica il motore da qualche tempo non giri a mille, è cosa risaputa. Può accadere. Così come può, anzi, deve accadere che l’assessore competente cerchi di difendere al top il proprio operato e i tentativi di codesta area, decantandone risultati e cambiamenti. La novità che ha gettato scompiglio è che ci sia stato un dipendente comunale, componente del medesimo ufficio tecnico, che ha avuto l’ardire di inviare una lettera ai giornali per contestare le affermazioni del suddetto assessore, rendendosi disponibile a un dibattito pubblico sulle questioni in oggetto. Ha, per completezza di informazione, pure dichiarato che “l’assessore racconta balle”, ma paragonata a quello che, per esempio, abbiamo ascoltato nell’ultima campagna elettorale da coloro che si sono candidati a governare l’Italia, questa frase non sarà stata forse la più forbita, ma nemmeno la più volgare o scorretta. Roba da querela? Non ci pare proprio, né per sostanza né per stile. Avremmo capito un controcomunicato di spiegazioni ulteriori, di dati che dimostravano l’eventuale inconsistenza della teoria del dipendente, avremmo apprezzato l’accettazione, da parte dell’assessore, del confronto pubblico proposto. Invece no. E’ partita la minaccia di querela. Non è che, al di là delle ragioni e dei torti, l’obiettivo più o meno velato o consapevole sia quello di tarpare le ali a ogni slancio di critica e indipendenza? Il problema non sono le persone in causa (in questo caso abbiamo Enzo Piccinni e, come amministratore, Fabio Bezzi), ma il modo di affrontare le controversie e la cosa pubblica. Più che un impeto della dignità offesa, la querela ci pare spesso un singulto dell’arroganza. Analoga promessa di querela è piovuta sul capo del leghista Alessandri per un intervento sul castello di Carpineti e le strutture collegate. Mittente: Roberto Giovanelli a nome della società Sant’Andrea, della quale fa parte con Tiziano Filippi e Giovanni Vender. Non vogliamo, neppure stavolta, entrare nel nocciolo dell’inghippo. Ci gusta però fare notare come su questa partita da tempo ci siano contestazioni, proteste, malfunzionamenti e vicende da chiarire. E sulle quali nessuno di quelli che dovrebbero e potrebbero si degna di far luce (dalla Provincia in giù). Insomma: al cittadino non far sapere. Lui chiede? Si fa finta di nulla. Qualcuno insiste? Allora si querela. Era troppo scontato rispondere ad Alessandri con argomentazioni pubbliche, dati, delucidazioni, contratti, confronti. Meglio la querela come fattore di risoluzione di ogni controversia. Intanto, a Carpineti sono ko sia il castello che San Vitale. E su quelli che dovrebbero essere dei simboli del volano turistico di un comune e della zona matildica volteggiano le carte bollate anziché i progetti di ripresa. Bingo.

 

 

Torna all'elenco degli editoriali

web_partner www.lafotolito.eu