TUTTOMONTAGNA, mensile di informazione di appennino e dintorni

TUTTOMONTAGNA

SOMMARIO
n. 220 Marzo/Aprile 2017

 

 

cerca»

 

Detto tra noi...

Gli editoriali di Tuttomontagna

 

Idiozie targate Br

Numero editoriale: 130

 

1. Pur sapendo che certe idiozie si nutrono anche della pubblicità che viene fatta loro, crediamo sia giusto e doveroso condannare fermamente i vandalismi che da qualche mese mani ignote indirizzano nei confronti delle croci poste a Cernaieto, località tra Canossa e Casina dove nel ’45, a guerra finita, vennero trucidate ventuno persone. Ribadiamo inoltre che il patrimonio di convinzioni e idee che ha portato qualcuno a rivendicare tali gesti con una missiva indirizzata al quotidiano “L’informazione”, e firmata “Nuova Brigata Garibaldi” con l’aggiunta della stella delle Brigate rosse, fa parte di un repertorio del quale la nostra terra fa volentieri a meno. Anzi, che rifiuta totalmente. Siamo contro la violenza, siamo contro i soprusi, siamo contro le vigliaccherie di ogni tipo. Siamo in democrazia, nonostante l’imbecillità e i tentativi di qualcuno attuati anche in un non lontanissimo periodo. Se non si è d’accordo su qualcosa si discute, ci si confronta. Ma ci si rispetta. E in ogni caso si accettano le regole della convivenza civile, che non prevedono saccheggi o terrorismi. E per quanto riguarda Cernaieto e la  nostra storia di quel tempo, crediamo sia sbagliato cancellare o non voler conoscere fatti, responsabilità, bagagli di valori, sentimenti. L’omologazione e l’omogeneizzazione, così come la confusione, sono pericolosi anche quando si ha a che fare con le vicende del recente passato. Tenendo lontana ogni strumentalizzazione partitica, vediamo di buon occhio il lavoro di ricerca e conoscenza storica condotto da tanti. E accogliamo con favore il rispetto e il ricordo di tutti quelli che caddero in guerra in quegli anni. Nel terzo millennio è indispensabile l’integrazione delle varie culture che sono sbarcate nel nostro Paese, ma senza quella delle memorie che da decenni calcano il nostro suolo faremo ben poca strada. E lasceremo spazio ai pistola e alle pistole targate, davvero o per ignobile scherzo, Br.  
2. La vicenda ha del paradossale: quello Stato che ha aperto le frontiere a tutti quelli che volevano entrare, senza offrire loro una seppur minima garanzia (igienica, lavorativa o abitativa che dir si voglia), ha deciso di condannare chi ha tentato di sistemare qualche falla nella sgangherata nave dell’accoglienza. Ci riferiamo alla condanna subita da don Pier Luigi Ghirelli. Un giovane straniero, lo ricordiamo in sintesi, morì nella canonica di Felina a causa delle esalazioni di una stufetta piazzata lì a insaputa del don. Lo stesso viavai di individui, gestito da chi disponeva gratuitamente di quelle stanze, era attuato all’oscuro del parroco. Don Ghirelli cercò di aiutare giovani emigrati, ed ora si trova condannato per questa generosità. Pare che gli stessi giudici che hanno avuto a che fare con lui si siano trovati in difficoltà, e che abbiano comminato il minimo per la legge. Rimangono la condanna e l’amarezza. Per quel che conta, aggiungiamo per il don la nostra più totale solidarietà.
3. Per rimanere nel paradossale: da qualche tempo esistono possibilità di sgravi sulle bollette di luce e gas, ma nessuno si è preso la briga di pubblicizzarli a dovere. Si tratta di soluzioni offerte a chi ha una partita Iva, o almeno a parte di essi. Sin verso la fine di febbraio, addirittura, era possibile chiedere il rimborso dei balzelli regionali che gravavano sulla bolletta del gas dei 5 mesi precedenti. Lo si può fare anche ora, ma non su quella parte. Qualcuno ne ha sentito parlare?
PS: rivolgiamo due giganteschi in bocca al lupo. Il primo ai giovani che hanno avuto il coraggio e l’intraprendenza di trasferirsi da Genova a Ligonchio per aprire un nuovo esercizio commerciale: un bel segnale, una grande sfida. Il secondo va a quella famiglia di lupi avvistata nel Canossano. Lunga e serena vita a loro e anche a quelli (animali e persone) che gli stanno intorno.

 

 

Torna all'elenco degli editoriali

web_partner www.lafotolito.eu