TUTTOMONTAGNA, mensile di informazione di appennino e dintorni

TUTTOMONTAGNA

SOMMARIO
n. 220 Marzo/Aprile 2017

»

 

 

cerca»

 

Detto tra noi...

Gli editoriali di Tuttomontagna

 

Tagli, ritagli e frattaglie

Numero editoriale: 159

 

di Michele Campani



– In queste settimane si sta parlando – per fortuna molto – del  disegno di legge che il Governo sta discutendo e che è ormai alla stretta finale prima della presentazione e approvazione in Parlamento. E’ un tasto delicato perché riguarda molto da vicino la libertà personale di ogni cittadino. Ora, non vi è dubbio che occorra mettere un po’ di ordine in questa materia che a volte dà l’idea di trovarci in una giungla dove da ogni ramo pende un microfono pronto a carpire ogni nostro bisbiglio. Occorre contrastare e impedire l’uso improprio di intercettazioni nelle quali non si possano rilevare interessi pubblici. Ma si vuole andare oltre. Dalla prima stesura del testo appare evidente il tentativo di ingerenza e di limitazione nel settore dell’informazione e più in generale dell’imprescindibile diritto garantito dall’art. 21 della Costituzione: libertà di pensiero, libertà di opinione, libertà di stampa. Non è comunque un bel segnale, anche se nel suo cammino il disegno di legge subirà quelle correzioni palesemente necessarie. Aggiungiamo quindi anche la nostra voce di dissenso verso questo tentativo di censura.

– Ancora di Governo parliamo. Ci siamo accorti di aver vissuto al di sopra delle nostre possibilità per lungo tempo e occorre che ci diamo una regolata, è anche giusto così. L’allarme arrivato dal caso Grecia forse è ancora più potente di quello che suonò allo scoppiare della crisi economica mondiale meno di due anni fa: occorrono dei sacrifici, serve una politica economica rigorosa e pare (mi sia consentito il condizionale) che l’azione fin qui messa in campo sia quella giusta. Sicuramente è ancora poco: i tagli alla spesa dovranno per forza essere anche altri e in ogni caso il conto da pagare sarà sempre sulla pelle dei cittadini. Non è un brutto segnale che anche i politici abbiano pensato di ridursi il costo, è auspicabile che questo piccolo ritocco diventi una dieta e che lo sia non solo a parole.

I settori nei quali hanno promesso di non sforbiciare sono la sanità e la scuola. Ognuno di noi ne sostiene l’enorme costo, ma rispetto ad altri Paesi siamo fortunati ad avere un sistema sanitario come il nostro, pur con i difetti che indubbiamente ha. La scuola è fondamentale perché lì c’è il nostro futuro, si preparano gli italiani di domani. I tagli in questo caso non sono di oggi ma sono nei fatti già dal varo della riforma Gelmini, che sulla carta propone un’idea molto forte di scuola, punta a una crescita della preparazione da adeguare ad altri modelli superiori ai nostri, parla di attenzione all’integrazione e alla centralità dello studente anche in un’ottica europea... ma alla fine della fiera chiude clamorosamente il rubinetto delle risorse. Ne consegue nei fatti una diminuzione nei numeri: meno classi, meno insegnanti, meno tempo-scuola... Ad eccezione del numero di alunni per classe, cala tutto e qualcosa viene anche a mancare. Il timore fondato è che oltre alla carta igienica – che ormai in tutta Italia ognuno si porta da casa – venga a mancare anche la qualità della preparazione.

Nella nostra realtà il discorso scuola rischia di avere effetti devastanti e se ne sono accorti gli addetti ai lavori e le istituzioni. Qui si parla di sopravvivenza. Anche del tessuto sociale. Rimanere a vivere in montagna, soprattutto nei comuni meno popolosi e decentrati, potrebbe di questo passo diventare ancora più problematico e le famiglie – le uniche che per antonomasia guardano davvero avanti – si pongono l’interrogativo: e mio figlio dove lo mando a scuola?

Occorre fare squadra ancora una volta e in questo senso i segnali sono positivi, gli “attori” ci sono tutti: a Scuole, CCQS, Comuni e Comunità Montana da qualche mese si è aggiunto il Coordinamento Gruppo Genitori. Diamogli tutto il sostegno possibile.



 

 

Torna all'elenco degli editoriali

web_partner www.lafotolito.eu